You are here

Erogazione della formazione

Gli interventi di formazione e sviluppo mirano a sviluppare tre tipologie di competenze.

  • Competenze di base, quelle conoscenze generali acquisite soprattutto durante il percorso educativo scolastico, propedeutiche all’ingresso nel mondo del lavoro e che necessitano di essere costantemente aggiornate (es.: lingue straniere, informatica, sicurezza ecc…). 
    La formazione sulla sicurezza viene direttamente gestita dall'Unità Sicurezza del Servizio Prevenzione e Protezione da Rischi.
  • Competenze tecnico-specialistiche, ovvero l’insieme di conoscenze e capacità riferite agli specifici ambiti di attività professionali e scientifici. Esse sono connesse all’esercizio efficace di determinate attività professionali nei diversi settori.       
    L’Unità Sviluppo HR gestisce in prevalenza la formazione tecnico-specialistica del personale di servizi a supporto della ricerca. Lo sviluppo di competenze tecnico-specialistica per il personale di ricerca avviene principalmente attraverso la partecipazione a convegni, workshop, summer school e seminari ed è organizzata e curata autonomamente dalle singole unità di ricerca.
  • Competenze trasversali, dette anche soft skills, comprendono un vasto insieme di capacità e abilità della persona, implicate in numerosi tipi di comportamenti lavorativi. Le competenze trasversali sono di carattere generale, altamente trasferibili, aspecifiche e comuni a più ruoli. Gli interventi di formazione sulle competenze trasversali si suddividono in quattro aree: competenze manageriali (es.: delega, decision-making), competenze di efficacia (es.: consapevolezza di sé, resistenza allo stress), competenze relazionali (es.: autocontrollo, lavoro di gruppo, comunicazione) e competenze realizzative (es.: autonomia, problem solving).

 

Le modalità di realizzazione delle attività formative sono molteplici:

  • Formazione in aula: rappresenta la modalità tradizionale e classica della formazione e si basa sull’interazione “in tempo reale” tra formatore/trice e gruppo di partecipanti.          
  • Outdoor: (letteralmente "allenamento all'aperto") viene usato per riferirsi ad attività che sviluppano apprendimento dall'esperienza e si svolgono in spazi aperti, o in luoghi diversi e possibilmente "distanti" dalla realtà aziendale; si centra sullo sviluppo di comportamenti organizzativi attraverso l'uso di metafore e contesti nuovi, fuori dalla vita quotidiana, dove i lavoratori e le lavoratrici si possono sperimentare liberamente e fare esperienza sulle competenze trasversali che si vogliono sviluppare.
  • Seminari: incontri informativi e divulgativi su tematiche specifiche che hanno lo scopo di stimolare il confronto e la riflessione.
  • Workshop: eventi formativi e monotematici, di tipo teorico, pratico ed esperienziale solitamente diretti a precise categorie professionali.
  • Formazione personalizzata: è un percorso individuale costruito sulle singole esigenze e in linea con le strategie organizzative.      
  • Affiancamento on the job: consiste nell’affiancamento, da parte di un/a professionista, ai/alle singoli/e lavoratori/trici in attività progettuali e realizzative. L’obiettivo è quello di trasmettere il know-how operativo.     
  • FAD: formazione a distanza, effettuata dal/lla partecipante su una piattaforma informatica.
  • Blended: (letteralmente formazione mista) che viene effettuata integrando la FAD con la formazione in aula.   
  • Coaching: è un processo di formazione che si propone di operare un cambiamento, una trasformazione che possa migliorare e amplificare le proprie potenzialità per raggiungere obiettivi personali, di team e manageriali. È un processo che vuole offrire al lavoratore e alla lavoratrice strumenti che permettano di elaborare ed identificare i propri obiettivi e rafforzare la propria efficacia e la propria prestazione.

 

Oltre ai corsi progettati internamente, la Fondazione offre l’opportunità di partecipare ai corsi proposti annualmente da TSM – Trentino School of Management. Le richieste di partecipazione vengono raccolte indicativamente tra ottobre e novembre, mentre le azioni formative sono previste durante tutto il corso dell’anno. 

La formazione viene finanziata in parte direttamente da fondi istituzionali e in parte attraverso Fondimpresa, fondo interprofessionale a cui FBK aderisce. Il fondo annualmente disponibile viene alimentato attraverso un contributo obbligatorio sulle retribuzioni del personale dipendente.